Ieri sera sono uscita dalla Casa Gialla con l’impellente voglia di riascoltare quelle note di pianoforte che avevano mosso dentro di me il profumo di un’emozione: “Nuvole Bianche” del Maestro Einaudi (si leggeva sulla proiezione della slide). Note che, abbinate con maestria alle parole di Benigni, hanno dato “il solito” tocco di profondità alla serata a cui, ormai, ben ci ha abituati la nostra Casa Gialla. Grazie alla maestra Laura per tutto questo… e per altro ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *