… grazie al gruppo teatro e al gruppo missionario ma anche a tutti quei genitori (alcuni li hanno chiamati “angeli invisibili”) che hanno reso possibile vivere serate come quelle di sabato sera. Possiamo avere passioni differenti, personalità o attività lavorative diverse, diverse interiorità o modalità di manifestarle ma lo “stare insieme”, al di là delle “diversità”, rimane un bene prezioso… liberante. Grazie a Coppi, Presley, Callas, Marconi, Monroe a Santa Lucia ma soprattutto alla Casa Gialla…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *