1 gennaio 2020 Questa mattina il mio papà mi ha detto che io gli ho insegnato la “coerenza”. Ci siamo svegliati presto, anche oggi, come sempre. Intorno regnava uno strano silenzio ma il sole si era già affacciato. Abbiamo deciso di fare due passi, così senza una meta. Camminando abbiamo trovato, in un prato, un carrello della spesa, di quelli dell’Esselunga. Ho chiesto a mio papà come mai fosse stato buttato in quel prato e mi ha spiegato che forse qualcuno lo ha gettato in questa notte, notte di festa e probabilmente anche di qualche sciocchezza. Ho continuato a fare domande al mio papà chiedendogli chi avrebbe sistemato quel carrello e gli ho chiesto perché non avremmo potuto riportarlo noi all’Esselunga. Ho visto mio papà dubbioso; continuava a dirmi i motivi per i quali fosse meglio non riportarlo. Ad un tratto l’ho interrotto e gli ho chiesto: “Papà ma non sarebbe un gesto di gentilezza portarlo noi all’Esselunga?” Mio papà è stato in silenzio ed abbiamo continuato a camminare. Facendo ritorno a casa nostra mio papà cercava di non farmi passare per la stessa via che avevamo percorso all’andata ma io insistevo. Arrivati di nuovo davanti al carrello mio papà mi ha detto. “Riccardo, ti ringrazio, hai ragione tu. Riportiamo noi il carrello all’Esselunga”. Così, piano piano, vincendo un poco l’imbarazzo della situazione, parlando e scherzando, senza badare troppo alle persone che ci guardavano, abbiamo preso il carrello dal campo e lo abbiamo riportato all’Esselunga. Siamo stati contenti, forse di più il mio papà a me è sembrato “normale”… Mio papà mi ha ringraziato perché mi ha detto – ma non so se ho capito bene – che io oggi, il primo giorno dell’anno, gli ho fatto capire, in concreto, cosa significhi “coerenza”. Strano, pensavo che il mio papà certe cose le conoscesse già… Ho vissuto l’importanza di “essere coerenti” e che forse noi bambini lo siamo più dei nostri adulti: ed allora che sia un 2020 all’insegna di questa coerenza, ciò che è bene e giusto va fatto, sempre… almeno proviamoci! Riccardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *