Grazie cari maestri e maestre. I vostri occhi, i vostri sorrisi, le vostre famiglie, i vostri cari, le vostre case, i vostri disegni, le vostre espressioni… ci hanno dato qualcosa di speciale, come se potessimo toccarlo; è qualcosa di vicino alla forza, ma con tanta dolcezza; è qualcosa di vicino al coraggio, ma con tanta umanità; E qualcosa di bene e di buono, difficile da descrivere. Forse è amore, forse è solidarietà, forse è pensare agli altri, è reciprocamente trasmettere ciò che di bello siamo e abbiamo. E voi, il bello, il vostro bello, il vostro buono ce lo avete trasmesso proprio bene. Questo significa essere “speciali”. Come speciale è questa Casa Gialla. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *