Cara Casa Gialla, è la vigilia di Natale. Tra le tue calde mura sarà calato il silenzio; le aule e il cortile staranno riposando dal vociare allegro dei tanti bambini che da sempre avvolgi con tenerezza. Sarai un po' piú vuota certo, ma mai sola, perchè l'amore che da tanti anni stai seminando, continua a germogliare e a spargere i suoi frutti, creando legami indissolubili che resistono al tempo e alle intemperie. Ogni volta che ti penso mi sento bene. Mi sento bene nel cuore. Le cose belle che abbiamo imparato con te sono sempre con noi e guidano ancora i nostri passi nelle scelte importanti. Gli anni passano ma i valori restano. Con te,otto anni fa, abbiamo insegnato ai nostri figli a stare ” sotto il cielo con rispetto” , quando l'obiettivo educativo ci tracciava il primo cammino e ora un altro bellissimo slogan risuona nei nostri cuori incitandoci a trovare il tempo per la cura. Una frase bellissima di cui io personalmente ho un bisogno estremo, dal momento che la mia vita è sempre un susseguirsi di impegni e corse frenetiche che spesso offuscano l'essenziale, ciò che conta veramente. Gli anni passano, ma il tuo messaggio Casa Gialla è sempre attuale, non subisce l'influenza delle mode, non viene scalfito dal tempo. E torna ogni anno a scuotere le nostre coscienze. Come fa il Natale. Grazie Casa Gialla, grazie Suor Fiorangela. Per Voi l'augurio di continuare ad essere per tante altre famiglie come la stella cometa che porta là dove tutto ha inizio e dove l'Amore si fa Persona. Ecco, cosi è stato per me, per noi. Tra le tue mura io ho sperimentato che l'amore di Dio Trinità si fa persona ogni giorno per insegnarci ciò che vale davvero. Non ti ringrazierò mai abbastanza. Buon Natale. Fulvia ( mamma di Arianna ex alunna).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *